Ravenna

Ravenna

L'incantevole Ravenna vanta un patrimonio artistico e storico eccezionale accumulato nei secoli di storia. Seguiamo le scelte dell'UNESCO, l'organizzazione delle Nazioni Unite investita dell'onore di tutelare i capolavori dell'uomo e della natura, la quale ha inserito ben otto monumenti di Ravenna tra i tesori dell'intero pianeta.

Il viaggio comincia dal Mausoleo di Teodorico che si trova nel Parco della Rimenbranza ed è stato eretto nella prima metà del VI secolo da Teodorico il Grande, illustre re degli Ostrogoti. Sempre durante il regno di Teodorico è sorta la Cappella Arcivescovile (o Cappella di Sant'Andrea) in marmo lucente e con stupendi mosaici che incantano tutti i visitatori. Ancor prima nel tempo è stato creato il Mausoleo di Galla Placidia, un incantevole edificio che racchiude i celebri mosaici risalenti al V secolo.


La convivenza tra le diverse religioni ha portato alla creazione di due capolavori: il Battistero Neoniano, eretto nel 430 circa per i latini, e il Battistero degli Ariani, ovvero dei Goti, entrambi di forma ottagonale ed entrambi impreziositi da mosaici superlativi.
La Basilica di Sant'Apollinare Nuovo era stata pensata durante il regno di Teodorico per l'esercizio del culto ariano, anche se successivamente fu consacrata alla religione cattolica, ed il suo vasto interno formato da tre navate contiene preziosi mosaici, fra i quali uno raffigurante il Palazzo di Teodorico.

Pochi chilometri fuori dal centro storico troviamo la Basilica di Sant'Apollinare in Classe con il suo lucente colonnato in marmo, i sarcofagi e gli immancabili mosaici. Per concludere una delle opere più celebri di Ravenna, la Basilica di San Vitale, frutto della commistione fra l'arte bizantina e la pittura settecentesca che racchiude le icone della città, ovvero i due immensi mosaici raffiguranti Giustiano e Teodora.


Oltre ai tesori riconosciuti dall'Unesco l'accogliente Ravenna offre moltissimi altri appuntamenti con l'arte...Pensiamo al Duomo, al Palazzo Schifanoia e al Museo dedicato al sommo Dante dalla città nella quale è spirato.

Ravenna